martedì 28 febbraio | 05:04
pubblicato il 27/mar/2012 13:02

Palermo, rifiuti in strada e primi roghi per protesta Amia

Stop raccolta da 4 giorni per stipendio pagato solo a metà

Palermo, rifiuti in strada e primi roghi per protesta Amia

Palermo, (askanews) - Cumuli di spazzatura sempre più alti e primi roghi a Palermo, dove lo sciopero dei dipendenti dell'Amia, l'azienda che si occupa della raccolta rifiuti, sta creando grandi disagi alla città. I lavoratori sono fermi ormai da 4 giorni per protestare contro il pagamento solo del 50% degli stipendi. Giorno dopo giorno aumentano le tonnellate di rifiuti per strada aumentano di pari passo col disagio dei cittadini: sono almeno 15 i roghi di cassonetti appiccati nella notte e che hanno richiesto l'intervento dei vigili del fuoco in diverse zone della città, dal centro storico alla periferia, e anche nell'hinterland.Sul caso potrebbe intervenire anche la Procura di Palermo che non ha escluso la possibilità di aprire un'indagine sull'emergenza rifiuti, e in queste ore i magistrati stanno cercando di capire se ci sono le condizioni per contestare un reato ambientale.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech