venerdì 09 dicembre | 22:10
pubblicato il 27/mar/2012 13:02

Palermo, rifiuti in strada e primi roghi per protesta Amia

Stop raccolta da 4 giorni per stipendio pagato solo a metà

Palermo, rifiuti in strada e primi roghi per protesta Amia

Palermo, (askanews) - Cumuli di spazzatura sempre più alti e primi roghi a Palermo, dove lo sciopero dei dipendenti dell'Amia, l'azienda che si occupa della raccolta rifiuti, sta creando grandi disagi alla città. I lavoratori sono fermi ormai da 4 giorni per protestare contro il pagamento solo del 50% degli stipendi. Giorno dopo giorno aumentano le tonnellate di rifiuti per strada aumentano di pari passo col disagio dei cittadini: sono almeno 15 i roghi di cassonetti appiccati nella notte e che hanno richiesto l'intervento dei vigili del fuoco in diverse zone della città, dal centro storico alla periferia, e anche nell'hinterland.Sul caso potrebbe intervenire anche la Procura di Palermo che non ha escluso la possibilità di aprire un'indagine sull'emergenza rifiuti, e in queste ore i magistrati stanno cercando di capire se ci sono le condizioni per contestare un reato ambientale.

Gli articoli più letti
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina