domenica 19 febbraio | 13:08
pubblicato il 28/lug/2012 20:42

Palermo, "raid" nella villa del procuratore antimafia Grasso

Malviventi mettono a soqquadro edificio senza portar via nulla

Palermo, "raid" nella villa del procuratore antimafia Grasso

Palermo, 28 lug. (askanews) - Alcuni malviventi si sono introdotti la notte scorsa nella villa del procuratore nazionale antimafia Piero Grasso, a Palermo. L'abitazione, che si trova nel quartiere di Partanna, in questo periodo è in ristrutturazione, e quindi non abitata dal magistrato. I poliziotti, allertati da una telefonata dei vicini di casa del magistrato insospettiti da alcuni rumori provenienti dalla villa, al loro arrivo hanno trovato la casa a soqquadro, ma da un primo accertamento pare che non sia stato portato via nulla. Il raid sarebbe stato messo a segno da almeno due persone, viste allontanarsi dagli agenti, ma è difficile stabilire se non vi fossero altri complici ad aspettarli fuori. Così come è difficile stabilire se in realtà i ladri fossero a conoscenza di chi fosse il padrone di casa. Per sicurezza, in casa sono entrati gli artificieri che hanno proceduto all'ispezione della villa, senza trovare alcun ordigno.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Raggi: vogliamo stadio della Roma ma nel rispetto della legge
Immigrati
Guardia costiera: oggi 358 migranti salvati nel Mediterrano
Cinema
Napoli ricorda Totò a 50 anni da morte con show e set ricreati
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia