lunedì 27 febbraio | 06:16
pubblicato il 23/apr/2012 10:07

Palermo, raggiro sui canali "pay per view": 57 persone denunciate

Il segnale veniva decodificato e trasmesso via Web a clienti

Palermo, raggiro sui canali "pay per view": 57 persone denunciate

Palermo, (askanews) - All'apparenza era un ricovero per mezzi agricoli. Di fatto all'interno c'era un vero e proprio laboratorio informatico utilizzato per decodificare il segnale dei canali televisivi pay per view e dirottarlo a una fitta rete di utenti. Risultato: i clienti dell'uomo, originario di Bagheria, nel Palermitano, riuscivano a guardare SKY, Mediaset Premium, e le principali Pay TV satellitari, versando canoni tra i 15 a e i 20 euro. A scoprire la frode gli uomini della Guardia di Finanza di Bagheria che nel magazzino hanno trovato numerosi pc, server e decoder, oltre a varie card marchiate Sky e Mediaset Premium. L'uomo, denunciato insieme al suo complice e ai 55 clienti, aveva attivato regolarmente un abbonamento del quale era riuscito a decodificare il segnale criptato, trasmettendolo, via Web, agli utenti. Per il complice è scattata anche ladenuncia per circonvenzione d'incapace: aveva intestato ad un soggetto diversamente abile sia un abbonamento che una carta "Poste pay".

Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech