sabato 25 febbraio | 10:19
pubblicato il 12/lug/2011 13:41

Palermo, racket e rapine: arrestati 37 affiliati a Cosa Nostra

Messineo: Manca ancora piena collaborazione commercianti

Palermo, racket e rapine: arrestati 37 affiliati a Cosa Nostra

Racket, estorsioni, traffico di droga e rapine, in nome e per conto di Cosa nostra. Sono queste le accuse per le 37 persone arrestate a Palermo dai carabinieri del Comando provinciale. Si tratta di boss e gregari dei mandamenti di Pagliarelli e Porta Nuova fermati nell'ambito del blitz antimafia "Hybris" che ha azzerato i vertici di due delle cosche più potenti della città. Secondo quanto accertato dalle indagini, sarebbero oltre trenta i casi di "pizzo" estorto ai commercianti come spiega il procuratore capo di Palermo Francesco Messineo.L'organizzazione criminale investiva i proventi del racket e i guadagni illeciti nel traffico di cocaina, che veniva poi immessa nel mercato siciliano grazie ad una rete di pusher. Ai membri del clan detenuti, invece, la cosca assicurava il pagamento delle spese legali.

Gli articoli più letti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Salute
A Giulio Maira il premio Raffaele Marinosci per la Medicina
Cucchi
Cucchi: sospesi da servizio tre carabinieri accusati di omicidio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech