sabato 10 dicembre | 03:17
pubblicato il 12/lug/2011 13:41

Palermo, racket e rapine: arrestati 37 affiliati a Cosa Nostra

Messineo: Manca ancora piena collaborazione commercianti

Palermo, racket e rapine: arrestati 37 affiliati a Cosa Nostra

Racket, estorsioni, traffico di droga e rapine, in nome e per conto di Cosa nostra. Sono queste le accuse per le 37 persone arrestate a Palermo dai carabinieri del Comando provinciale. Si tratta di boss e gregari dei mandamenti di Pagliarelli e Porta Nuova fermati nell'ambito del blitz antimafia "Hybris" che ha azzerato i vertici di due delle cosche più potenti della città. Secondo quanto accertato dalle indagini, sarebbero oltre trenta i casi di "pizzo" estorto ai commercianti come spiega il procuratore capo di Palermo Francesco Messineo.L'organizzazione criminale investiva i proventi del racket e i guadagni illeciti nel traffico di cocaina, che veniva poi immessa nel mercato siciliano grazie ad una rete di pusher. Ai membri del clan detenuti, invece, la cosca assicurava il pagamento delle spese legali.

Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina