domenica 26 febbraio | 05:31
pubblicato il 06/lug/2011 09:49

Palermo, protesta-provocazione: "Siamo indagati e deputati"

Manifestazione Giovane Italia su questione morale in politica

Palermo, protesta-provocazione: "Siamo indagati e deputati"

Striscioni provocatori affissi in alcune punti della città di Palermo nel pomeriggio di martedì 5 luglio. Puntano il dito contro i politici indagati che ancora occupano posti di rappresentanza in Sicilia. Gli autori una trentina di giovani aderenti al movimento Giovane Italia che si sono poi dati appuntamento davanti a Palazzo dei Normanni, sede dell'Assemblea Regionale Siciliana, per chiedere alla politica una riflessione sulla questione morale. Davide Gentile, presidente provinciale di Giovane ItaliaAl collo dei manifestanti cartelli di denuncia con l'elenco dei reati di cui sono accusati attualmente 23 dei novanta parlamentari regionali siciliani.

Gli articoli più letti
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech