lunedì 05 dicembre | 14:19
pubblicato il 05/dic/2011 16:48

Palermo, migliorano condizioni bimbo ricoverato in overdose

In tanti chiedono di adottare il bambino maltrattato

Palermo, migliorano condizioni bimbo ricoverato in overdose

Palermo (askanews) - Sebbene la prognosi resti ancora riservata, sono notevolmente migliorate le condizioni del bimbo di un anno e mezzo ricoverato all'ospedale "Di Cristina" di Palermo con sintomi di overdose da cocaina, bruciature di sigaretta e segni di percosse. A leggere il bollettino sanitario il dottor Giancarlo Coffaro. "E' in corso il monitoraggio del danno epatico, ancora grave, ma in netto miglioramento - ha detto il direttore dell'unità di Anestesia e Rianimazione dell'ospedale. Siamo molto ottimisti. Lui è sveglio, piange, mentre quando è arrivato era in uno stato soporoso. L'apparato cardiocircolatorio è integro ".Sulla vicenda la magistratura ha aperto un inchiesta. La madre una tossicodipendente di 25 anni è in stato di fermo con l'accusa di maltrattamento aggravato e cessione di stupefacenti, reato quest'ultimo contestato anche al compagno della donna. Secondo i medici però l'assunzione di cocaina è stata casuale.In ospedale sono arrivate molte richieste di persone comuni che hanno dato la propria disponibilità a prendersi cura del bambino.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari