lunedì 27 febbraio | 19:33
pubblicato il 26/mar/2012 18:55

Palermo, lavoratori Gesip in piazza: a rischio 1.800 posti

Sono dipendenti della società di servizi del Comune

Palermo, lavoratori Gesip in piazza: a rischio 1.800 posti

Palermo, (askanews) - A Palermo centinaia di lavoratori della società di servizi del Comune, la Gesip, sono scesi in piazza per protestare contro il mancato rinnovo dei contratti. La situazione riguarda migliaia di dipendenti con contratti a tempo determinato: se non verrà trovata una soluzione, dal 31 marzo prossimo rimarranno a casa 1.800 persone."Da due anni stiamo andando avanti solo con proroghe, adesso il commissario del Comune ha trovato somme per 21 giorni di proroga. Sono provvedimenti tampone, noi vogliamo una soluzione definitiva mettendo mano anche ad una riorganizzazione delle società comunali".I lavoratori, già protagonisti nei giorni scorsi di iniziative di protesta, hanno percorso via Notarbartolo, da viale Regione Siciliana, sino al centro della città, esibendo striscioni e scandendo slogan contro l'amministrazione comunale.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Terremoti
Sisma Centro Italia, Errani: grandissimo rischio spopolamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech