domenica 22 gennaio | 12:03
pubblicato il 08/nov/2011 14:20

Palermo, gli "arrangiatos" contro chiusura ospedale di Mistretta

Oltre 1200 persone in piazza dicono no ai tagli a sanità

Palermo, gli "arrangiatos" contro chiusura ospedale di Mistretta

Si fanno chiamare "arrangiatos", versione siciliana del termine "indignados": sono gli oltre 1200 cittadini che sono arrivati a Palermo da otto comuni dei Nebrodi occidentali, in provincia di Messina, per protestare contro la decisione dell'assessore regionale alla Salute Massimo Russo di "ridimensionare" l'ospedale "Santissimo Salvatore" di Mistretta.Il movimento "Effe251", lettera e numero che identificano il codice fiscale di Mistretta ha portato di fronte a Palazzo dei Normanni due statue raffiguranti Kronos e Mytia, i "giganti" simbolo del paese messinese per ribadire con forza il no ai tagli alla sanità previsti dalla Regione per ripianare il buco di bilancio.

Gli articoli più letti
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Papa
Papa:no a Chiesa insapore in società dove anche verità è truccata
Maltempo
Rigopiano: si continua a scavare sotto la pioggia. Rischio slavine
Maltempo
Hotel Rigopiano, ospedale Pescara: 9 soccorsi in buone condizioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4