lunedì 05 dicembre | 12:11
pubblicato il 22/dic/2011 10:11

Palermo, Fli a sostegno delle coppie di fatto: diritti innegabili

Primo firmatario del ddl Aricò: famiglia resta sacra e centrale

Palermo, Fli a sostegno delle coppie di fatto: diritti innegabili

Milano, (askanews) - In Sicilia si discute unioni civili: il disegno di legge in materia è stato rimandato dall'Ars in prima Commissione dopo essere stato bocciato dall'esame d'Aula. Il primo firmatario, il coordinatore provinciale di Futuro e Libertà a Palermo, Alessandro Aricò, spiega le ragioni di un provvedimento che non toglie centralità alla famiglia. "La famiglia è sacra - ha detto Aricò - Ma non si possono negare i diritti individuali dei cittadini siciliani. Erroneamente, e in maniera anche demagogico, si è fatto credere che il nostro testo sia finalizzato a favorire i matrimoni tra omosessuali. Ed è una visione distorta e riduttiva. Intanto perché noi non mettiamo in discussione il primato della famiglia 'naturale', e anche perché, ad esempio, poniamo dei paletti chiari come il no alle adozioni da parte di queste coppie".Sulla stessa lunghezza d'onda d'Aricò l'avvocato costituzionalista Guido Galipò. "Basterebbe un disegno di legge, approvato serenamente dalle Camere e, per quanto di competenza, dai singoli consigli regionali". Galipò spiega che l'Italia è l'unico Paese europeo che non abbia una disciplina organica in materia.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari