lunedì 20 febbraio | 05:04
pubblicato il 25/mag/2011 14:31

Palermo, corruzione Monopoli, Ingroia: servono riforme politiche

Messineo: "Questa è solo la punta dell'iceberg"

Palermo, corruzione Monopoli, Ingroia: servono riforme politiche

La mafia si muove sempre di più in ambienti finanziari e quindi aumenta esponenzialmente la sua capacità corruttiva. E'la conclusione tratta dal procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia dopo l'operazione della Dia che ha portato all'arresto per corruzione aggravata di 10 persone, fra cui funzionari e impiegati dei Monopoli di Stato di Palermo.Il procuratore della Repubblica di Palermo, Francesco Messineo sottolinea che questa operazione è solo l'inizio.Dalle indagini è emerso che i funzionari venivano corrotti con tangenti, ma anche con cene, escort e viaggi.

Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia