mercoledì 07 dicembre | 23:28
pubblicato il 25/mag/2011 14:31

Palermo, corruzione Monopoli, Ingroia: servono riforme politiche

Messineo: "Questa è solo la punta dell'iceberg"

Palermo, corruzione Monopoli, Ingroia: servono riforme politiche

La mafia si muove sempre di più in ambienti finanziari e quindi aumenta esponenzialmente la sua capacità corruttiva. E'la conclusione tratta dal procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia dopo l'operazione della Dia che ha portato all'arresto per corruzione aggravata di 10 persone, fra cui funzionari e impiegati dei Monopoli di Stato di Palermo.Il procuratore della Repubblica di Palermo, Francesco Messineo sottolinea che questa operazione è solo l'inizio.Dalle indagini è emerso che i funzionari venivano corrotti con tangenti, ma anche con cene, escort e viaggi.

Gli articoli più letti
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni