domenica 04 dicembre | 23:31
pubblicato il 05/mar/2011 18:02

Palermo, buche e rifiuti: cittadini chiedono risarcimenti

Comune sommerso dalle richieste, 488 negli ultimi sei mesi

Palermo, buche e rifiuti: cittadini chiedono risarcimenti

Buche stradali, tombini dissestati, cumuli di rifiuti per strada: sono le principali cause di incidenti denunciati dai palermitani, che si rivolgono al giudice dopo cadute e sinistri, e sommergono il Comune con richieste di risarcimenti. Negli ultimi sei mesi ne sono arrivate 488, in aumento esponenziale rispetto alle 659 del 2008 e alle 696 del 2009: quest'anno si rischia di superare quota mille, e a Palazzo delle Aquile è emergenza. Nel 2010 sono state liquidate 140 sentenze, 35 nei primi due mesi di quest'anno: ma le condanne sono di più e gli importi da accantonare ammontano a milioni di euro. Per fronteggiare l'emergenza il Comune ha centralizzato la gestione degli incidenti creando uno staff che riceve le richieste e le smista alle ex municipalizzate o ai settori di competenza e coordina i sopralluoghi: la speranza è che le domande non aumentino ancora.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari