domenica 26 febbraio | 20:38
pubblicato il 05/mar/2011 18:02

Palermo, buche e rifiuti: cittadini chiedono risarcimenti

Comune sommerso dalle richieste, 488 negli ultimi sei mesi

Palermo, buche e rifiuti: cittadini chiedono risarcimenti

Buche stradali, tombini dissestati, cumuli di rifiuti per strada: sono le principali cause di incidenti denunciati dai palermitani, che si rivolgono al giudice dopo cadute e sinistri, e sommergono il Comune con richieste di risarcimenti. Negli ultimi sei mesi ne sono arrivate 488, in aumento esponenziale rispetto alle 659 del 2008 e alle 696 del 2009: quest'anno si rischia di superare quota mille, e a Palazzo delle Aquile è emergenza. Nel 2010 sono state liquidate 140 sentenze, 35 nei primi due mesi di quest'anno: ma le condanne sono di più e gli importi da accantonare ammontano a milioni di euro. Per fronteggiare l'emergenza il Comune ha centralizzato la gestione degli incidenti creando uno staff che riceve le richieste e le smista alle ex municipalizzate o ai settori di competenza e coordina i sopralluoghi: la speranza è che le domande non aumentino ancora.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech