martedì 06 dicembre | 16:03
pubblicato il 15/giu/2011 15:48

Palermo, 30 compattatori restano fermi in piena emergenza rifiuti

Camion nuovi inutilizzabili per un cavillo burocratico

Palermo, 30 compattatori restano fermi in piena emergenza rifiuti

Una trentina di camion della spazzatura nuovi di zecca fermi da un mese, mentre Palermo è in piena emergenza rifiuti. E' il paradosso che vive la città siciliana che per un cortocircuito burocratico deve fare a meno degli autocompattatori nuovi: il Comune e l'Amia non riescono a sottoscrivere un contratto di usufrutto che consentirebbe all'azienda di servizi comunali di utilizzare i camion. Il tutto è reso ancora più difficile dal fatto che l'Amia è sotto commissariamento. La denuncia, a un mese dalla consegna dei nuovi mezzi, acquistati con una gara e costati nove milioni di euro, arriva dai sindacati. Con il paradosso che mentre gli operai dell'Amia continuano a salire su mezzi vetusti e arrugginiti, i trenta nuovi autocompattatori restano fermi. E in città, oltre ai rifiuti, tornano anche i roghi

Gli articoli più letti
Calcio
Avviato procedimento disciplinare per vigile tifoso della Roma
Mafia
Operazione antimafia tra Ragusa e Caltanissetta: sette arresti
Violenza minori
A Napoli abbandona neonato in spazzatura:arrestata, bimbo salvo
Maltempo
Allerta maltempo: temporali sulle due Isole e sulla Calabria
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere, Wine2Wine: Germania mercato maturo e complesso
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni