sabato 10 dicembre | 04:45
pubblicato il 08/lug/2014 12:30

Padova, droga e cellulari ai detenuti: nei guai i secondini

Quindici arresti per spaccio e corruzione di pubblico ufficiale

Padova, droga e cellulari ai detenuti: nei guai i secondini

Padova (askanews) - Agenti di polizia corrotti introducevano all'interno del carcere di Padova droga, telefonini, chiavette Usb e altro materiale vietato che veniva distribuito ai detenuti, grazie alla collaborazione di familiari ad ex carcerati.Lo ha scoperto la Squadra mobile della città veneta, in collaborazione con la polizia penitenziaria e grazie a un'indagine in cui sono state coinvolte le squadre mobili di diverse città italiane.Quindici in tutto le persone arrestate con l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti e corruzione di pubblici ufficiali, 22 le perquisizioni effettuate.Gli inquirenti, come si vede, hanno utilizzato anche telecamere nascoste che hanno permesso di individuare ed indentificare i responsabili.

Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina