domenica 19 febbraio | 18:07
pubblicato il 08/lug/2014 12:30

Padova, droga e cellulari ai detenuti: nei guai i secondini

Quindici arresti per spaccio e corruzione di pubblico ufficiale

Padova, droga e cellulari ai detenuti: nei guai i secondini

Padova (askanews) - Agenti di polizia corrotti introducevano all'interno del carcere di Padova droga, telefonini, chiavette Usb e altro materiale vietato che veniva distribuito ai detenuti, grazie alla collaborazione di familiari ad ex carcerati.Lo ha scoperto la Squadra mobile della città veneta, in collaborazione con la polizia penitenziaria e grazie a un'indagine in cui sono state coinvolte le squadre mobili di diverse città italiane.Quindici in tutto le persone arrestate con l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti e corruzione di pubblici ufficiali, 22 le perquisizioni effettuate.Gli inquirenti, come si vede, hanno utilizzato anche telecamere nascoste che hanno permesso di individuare ed indentificare i responsabili.

Gli articoli più letti
Campidoglio
Raggi: vogliamo stadio della Roma ma nel rispetto della legge
Immigrati
Guardia costiera: oggi 358 migranti salvati nel Mediterrano
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Cinema
Napoli ricorda Totò a 50 anni da morte con show e set ricreati
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia