lunedì 16 gennaio | 23:01
pubblicato il 08/lug/2014 12:30

Padova, droga e cellulari ai detenuti: nei guai i secondini

Quindici arresti per spaccio e corruzione di pubblico ufficiale

Padova, droga e cellulari ai detenuti: nei guai i secondini

Padova (askanews) - Agenti di polizia corrotti introducevano all'interno del carcere di Padova droga, telefonini, chiavette Usb e altro materiale vietato che veniva distribuito ai detenuti, grazie alla collaborazione di familiari ad ex carcerati.Lo ha scoperto la Squadra mobile della città veneta, in collaborazione con la polizia penitenziaria e grazie a un'indagine in cui sono state coinvolte le squadre mobili di diverse città italiane.Quindici in tutto le persone arrestate con l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti e corruzione di pubblici ufficiali, 22 le perquisizioni effettuate.Gli inquirenti, come si vede, hanno utilizzato anche telecamere nascoste che hanno permesso di individuare ed indentificare i responsabili.

Gli articoli più letti
Corruzione
Latina, appalti truccati: 10 arresti tra cui sindaco di Sperlonga
Comuni
Consenso dei sindaci: vince Appendino, Raggi precipita penultima
Napoli
Napoli, scoppia un impianto a gas: un morto e 7 feriti, 5 gravi
Roma
Roma, manutenzioni bus Cotral truccate: un arresto e 50 indagati
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello