lunedì 23 gennaio | 02:09
pubblicato il 15/mag/2013 12:06

P.A.: Anci, decreto boccata d'ossigeno. Ma ora allentare Patto stabilita

P.A.: Anci, decreto boccata d'ossigeno. Ma ora allentare Patto stabilita

(ASCA) - Roma, 15 mag - L'Associazione nazionale comuni italiani (Anci) ritiene ''conclusa positivamente la prima tappa del cammino del decreto sui pagamenti della PA'' che definisce ''una boccata d'ossigeno'' pur restando necessario uno sforzo governativo allentare il Patto di stabilita'. Il decreto - spiega una nota - prevede un riparto totale di 5 miliardi, dei quali poco meno di 4 sono riservati ai comuni, prevedendo nel contempo l'aumento di 1,2 miliardi nei pagamenti che potranno essere effettuati dalle regioni e, di grande importanza, l'integrazione nel patto di stabilita' cd.verticale di 950 milioni per i comuni, il 50% dei quali destinati agli enti con popolazione fra i 1000 e 5000 abitanti. Si tratta - sottolinea l'Anci - di un complesso di risorse che rappresenta un effettivo allentamento del patto di stabilita' per il 2013 e un palese riconoscimento della necessita' di risolvere i problemi legati ai vincoli sugli investimenti degli enti locali. Con il coinvolgimento del mondo produttivo e dell'imprenditori e' stato cosi' raggiunto un risultato che - valutano i comuni italiani - porta una boccata di ossigeno alle imprese, ma anche ai comuni e ai territori, attraverso quello che e' un primo allentamento, seppur ancora insufficiente, del patto di stabilita' interno. L'Associazione dei comuni italiani esprime quindi apprezzamento per l'azione delle forze politiche e parlamentari che hanno saputo cogliere l'importanza e la portata di questo intervento normativo, ma nel contempo ribadisce la richiesta alla presidenza del Consiglio per l'avvio di un confronto urgente per modificare le regole del patto di stabilita' e per avviare nuovi rapporti finanziari tra centro e periferia. com-stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4