sabato 10 dicembre | 17:54
pubblicato il 04/mar/2015 20:05

Orlando: puntiamo su una nuova estradizione di Cesare Battisti

"Molto probabilmente dovrebbe essere rivolta ad altri paesi"

Orlando: puntiamo su una nuova estradizione di Cesare Battisti

Roma, 4 mar. (askanews) - Il ministero di Grazia e Giustizia ha già "attivato i suoi canali diplomatici" anche per conoscere nel dettaglio la sentenza della magistratura brasiliana sul caso di Cesare Battisti "al momento non definitiva", questo perché il nostro paese sta "valutando" cosa avverrà a pronuncia definitiva auspicando che si possa giungere non ad una espulsione ma ad una estradizione. A spiegarlo è stato il ministro della Giustizia Andrea Orlando, a margine della registrazione della trasmissione "Porta a porta" su Rai 1.

"Il provvedimento se fosse confermato - ha spiegato il Guardasigilli - non prevederebbe l'estradizione ma l'espulsione verso paesi ipotizzabili (si parla di Francia e Messico, ndr). Auspichiamo che il provvedimento consenta di dar luogo ad una richiesta di estradizione che abbiamo già fatto e che riproporremmo alla luce di questo provvedimento perché - ha concluso Orlando - molto probabilmente dovrebbe essere rivolta ad altri paesi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina