giovedì 23 febbraio | 17:49
pubblicato il 10/giu/2014 12:00

Ordigno contro sede Pd, inquirenti seguono la pista anarchica

Decisive per indagini saranno le telecamere di sicurezza

Ordigno contro sede Pd, inquirenti seguono la pista anarchica

Firenze, 10 giu. (askanews) - Gli investigatori seguono la pista anarchica, tra le altre, per risalire agli autori dell'ordigno rudimentale fatto esplodere nel cortile della sede del Pd a Firenze, in via Forlanini. Sconosciuti, questa notte, hanno scavalcato le basse protezioni del cortile antistante la sede e, incuranti delle varie telecamere di sicurezza, hanno fatto esplodere un ordigno costituito da una bombola del gas e alcuni petardi. Lievi danni ad una parete esterna della sede, ricoperta di fumo per circa tre metri di altezza. Ma a creare preoccupazione è la valenza simbolica del gesto. Sul posto sono intervenuti Digos e vigili del fuoco. Decisive per le indagini saranno proprio le immagini dalle telecamere di sorveglianza. Una punta direttamente sul punto in cui era collocato l'ordigno.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Milano
Dopo le palme in piazza Duomo a Milano arrivano i banani
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech