lunedì 05 dicembre | 06:12
pubblicato il 09/feb/2015 16:51

Operazione antimafia a Palermo, 27 arresti

Coinvolto anche un consigliere comunale

Operazione antimafia a Palermo, 27 arresti

Palermo (askanews) - Ventisette persone, tra cui un consigliere comunale, sono state arrestate a Palermo nell'ambito di un'indagine che ha svelato un giro di estorsioni gestito dalle famiglie mafiose dell'Acquasanta e dell'Arenella.

Associazione mafiosa, estorsione e rapina sono i reati contestati dai militari del Nucleo investigativo dei carabinieri, del Nucleo speciale di Polizia valutaria della Guardia di finanza e da agenti della Squadra Mobile che hanno condotto l'operazione.

Sono state fondamentali per le indagini le numerose vittime del pizzo che hanno rotto il muro dell'omertà ed hanno denunciato i loro estorsori, raccontando agli inquirenti il meccanismo infernale in cui erano finiti, fra pizzo da pagare, minacce e paura.

Il consigliere arrestato è Giuseppe Faraone. Per lui l'accusa è di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. Eletto a Palazzo delle Aquile nella lista "Amo Palermo", alle scorse elezioni regionali fu primo dei non eletti con il movimento del presidente della Regione Crocetta, e recentemente aveva aderito al nuovo movimento "Noi con Salvini".

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari