domenica 04 dicembre | 20:18
pubblicato il 26/ott/2012 21:18

Omidicio Rea/ Parolisi: Non è una sentenza giusta

"Ma ora dobbiamo andare avanti" ha detto ai suoi avvocati

Omidicio Rea/ Parolisi: Non è una sentenza giusta

Teramo, 26 ott. (askanews) - "Questa non è una sentenza giusta, ma dobbiamo andare avanti", sono le parole di Salvatore Parolisi dopo la sentenza che lo ha condannato all'ergastolo per l'omicidio della moglie Melania Rea. Lo riferisce il suo avvocato Valter Biscotti. "Salvatore è ancora fiducioso. Ha ribadito la sua innocenza, abbiamo davanti una battaglia lunga e difficile ma siamo convinti della sua innocenza e non molleremo: faremo appello", ha sottolineato l'avvocato Biscotti ricordando anche casi recenti in cui in appello sono state ribaltate sentenze di condanna. Parolisi alla lettura della sentenza non era presente "non per sua scelta bensì per una imprecisione del giudice che non si era accorto non fosse in aula" ha spiegato l'avvocato. All'uscita dal tribunale di Teramo, la vista del cellulare della polizia penitenziaria che riportava il caporalmaggiore nel carcere di Castrogno di Teramo è stata accolta da un corso di fischi e "vergogna".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari