lunedì 27 febbraio | 07:53
pubblicato il 21/mar/2012 17:45

Omicidio via Poma/ Periti:quello su seno Simonetta non è un morso

Depositate conclusioni ai giudici della corte d'assise d'appello

Omicidio via Poma/ Periti:quello su seno Simonetta non è un morso

Roma, 21 mar. (askanews) - Non sono segni di un morso quelli rinvenuti sul capezzolo sinistro di Simonetta Cesaroni, uccisa con 29 coltellate il 7 agosto del 1990 in uno stabile di via Poma a Roma. E' questa la conclusione posta in rilievo dai periti nominati dalla corte d'assise d'appello, e riportata nell'elaborato depositato all'attenzione dei giudici della corte d'assise d'appello. "Le due minime lesioni escoriative seriate poste al quadrante supero-mediale della base d'impianto del capezzolo sinistro - si legge - non sono in grado di configurare alcun morso, oltretutto mancando l'evidente traccia di opponente, per cui restano di natura incerta", per i periti "potrebbe essere di tutto" . Per la morte della ragazza in primo grado l'ex fidanzato, Raniero Busco, è stato condannato a 24 anni di reclusione con l'accusa di omicidio volontario.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech