sabato 03 dicembre | 13:06
pubblicato il 21/mar/2012 18:19

Omicidio via Poma/ Periti: traccia ematica su porta non di Busco

Su specchio ascensore sangue di soggetto maschile ignoto

Omicidio via Poma/ Periti: traccia ematica su porta non di Busco

Roma, 21 mar. (askanews) - La traccia ematica individuata sul lato interno alla porta della stanza dove fu trovata cadavere Simonetta Cesaroni "è attribuibile ad un soggetto maschile di gruppo sanguigno A e di genotipo 1.1/4 al locus DQAlfa e quindi certamente non all'imputato Raniero Busco". Così affermano i periti della corte d'assise d'appello. Quanto alla traccia ematica trovata sul lato opposto della stessa porta è attribuibile "con certezza alla vittima. Frammisti, vi sono quantitativi minimi di Dna in relazione ai quali non è possibile eseguire qualsivoglia comparazione". Anche rispetto alla traccia di sangue trovata sul telefono della stanza teatro del delitto "non può essere attribuita nè alla vittima ne all'imputato". Anche sullo specchio dell'ascensore dello stabile di via Poma furono trovate due tracce ematiche: una, secondo i periti, è di Simonetta, l'altra è "attribuibile ad un soggetto di sesso maschile allo stato ignoto".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari