giovedì 23 febbraio | 10:29
pubblicato il 26/gen/2011 17:10

Omicidio via Poma/ Legale Busco: Non è stata fatta giustizia

Avvocato Loria: mio assistito è convinto di essere innocente

Omicidio via Poma/ Legale Busco: Non è stata fatta giustizia

Roma, 26 gen. (askanews) - "E' una sentenza che forse accontenta qualcuno ma non il concetto di giustizia. Busco era convinto di esser innocente e io constato che a suo carico ci sono solo indizi e nessuna prova". Così ha detto il difensore di Busco, l'avvocato Paolo Loria, dopo che i giudici della terza corte d'assise del tribunale di Roma hanno riconosciuto il suo assistito colpevole dell'omicidio di Simonetta Cesaroni, avvenuto il 27 agosto del 1990, condannandolo a 24 anni di carcere e concedendogli le attenuanti generiche. "Una vicenda come questa avrebbe meritato una camera di consiglio più lunga e tre ore mi sono sembrate un po' poche, attendo ora le motivazioni ma sono sicuro che faremo appello".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech