domenica 11 dicembre | 08:00
pubblicato il 26/gen/2011 16:21

Omicidio via Poma/ Fratello Busco impreca: Che state a di'?

Raniero ha lasciato l'aula abbracciato al fratello

Omicidio via Poma/ Fratello Busco impreca: Che state a di'?

Roma, 26 gen. (askanews) - Raniero Busco ha lasciato l'aula dopo la sentenza che lo condanna a 24 anni di carcere per l'omicidio di Simonetta Cesaroni, avvenuto il 27 agosto del 1990, abbracciato al fratello Paolo, visibilmente commosso, il quale ha gridato ai giudici: "Che state a di'?". Altre persone che erano intorno all'imputato gli hanno fatto schermo cercando di evitare la ressa di cronisti e telecamere presenti nell'aula bunker di Rebibbia, chiedendo di essere lasciati in pace. Molti degli amici di Busco presenti in aula hanno espresso gridando il proprio disappunto per la sentenza.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina