giovedì 19 gennaio | 04:13
pubblicato il 16/lug/2011 19:37

Omicidio Rea/Avv. famiglia:Autopsia verso responsabilità Parolisi

"Lunedì chiederò a Procura togliere segreto all'atto"

Omicidio Rea/Avv. famiglia:Autopsia verso responsabilità Parolisi

Roma, 16 lug. (askanews) - "Io mi attengo ancora al fatto che la perizia dell'anatomopatologo della procura Adriano Tagliabracci, sia un atto secretato, anche se tutto l'atto va nella direzione di attribuire la responsabilità dell'omicidio di Melania Rea a Salvatore Parolisi (indagato a piede libero)". Così l'avvocato Mauro Gionni, che assiste la famiglia Rea, commenta le ultime indiscrezioni sull'autopsia depositata dal medico legale nominato dalla Procura. "Proprio per questo - aggiunge l'avvocato Gionni - lunedì chiederò alla Procura di togliere il segreto da questo atto, che ormai è diventato di pubblico dibattito". Secondo alcune indiscrezioni trapelate sull'autopsia del professor Tagliabracci, Melania Rea sarebbe stata uccisa tra le 14.00 e le 15.30, in particolare circa un'ora dopo aver bevuto il caffè, deduzione al quale il medico sarebbe arrivato perchè la bevanda non era più presente nello stomaco. Questo significherebbe che sarebbe stata uccisa nell'orario in cui secondo la versione del caporal maggiore, la moglie sarebbe dovuta essere alle altalene di colle San Marco con lui e la figlia. Inoltre, sempre secondo alcune indiscrezioni, oltre che sulle labbra, ci sarebbero tracce evidenti del dna di Salvatore Parolisi, anche all'interno della bocca della vittima, tracce che - si spiega nella relazione - non possono essere state lasciate se non poco prima della morte della donna. Si tratta infatti di tracce presenti nella gengiva, che in un corpo vivente vengono eliminati in fretta dall'organismo. Questa presenza, potrebbe essere la traccia di un ultimo bacio appassionato, o della mano dell'uomo. Nella perizia si parla di un'aggressione da dietro e di un tentativo di scannamento. Una traccia di dna diverso da quello della vittima e quello di Salvatore Parolisi, è stata trovata sul corpo della donna, ma si tratta di una lieve traccia ritrovata solo sotto l'unghia del dito anulare sinistro, ed è una traccia di dna misto, ovvero di Melania e di un altro dna femminile, ma non di una traccia di pelle.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sisma centro Italia, Ingv: oltre 100 scosse, 4 sopra magnitudo 5
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina