giovedì 23 febbraio | 18:08
pubblicato il 16/lug/2011 19:37

Omicidio Rea/Avv. famiglia:Autopsia verso responsabilità Parolisi

"Lunedì chiederò a Procura togliere segreto all'atto"

Omicidio Rea/Avv. famiglia:Autopsia verso responsabilità Parolisi

Roma, 16 lug. (askanews) - "Io mi attengo ancora al fatto che la perizia dell'anatomopatologo della procura Adriano Tagliabracci, sia un atto secretato, anche se tutto l'atto va nella direzione di attribuire la responsabilità dell'omicidio di Melania Rea a Salvatore Parolisi (indagato a piede libero)". Così l'avvocato Mauro Gionni, che assiste la famiglia Rea, commenta le ultime indiscrezioni sull'autopsia depositata dal medico legale nominato dalla Procura. "Proprio per questo - aggiunge l'avvocato Gionni - lunedì chiederò alla Procura di togliere il segreto da questo atto, che ormai è diventato di pubblico dibattito". Secondo alcune indiscrezioni trapelate sull'autopsia del professor Tagliabracci, Melania Rea sarebbe stata uccisa tra le 14.00 e le 15.30, in particolare circa un'ora dopo aver bevuto il caffè, deduzione al quale il medico sarebbe arrivato perchè la bevanda non era più presente nello stomaco. Questo significherebbe che sarebbe stata uccisa nell'orario in cui secondo la versione del caporal maggiore, la moglie sarebbe dovuta essere alle altalene di colle San Marco con lui e la figlia. Inoltre, sempre secondo alcune indiscrezioni, oltre che sulle labbra, ci sarebbero tracce evidenti del dna di Salvatore Parolisi, anche all'interno della bocca della vittima, tracce che - si spiega nella relazione - non possono essere state lasciate se non poco prima della morte della donna. Si tratta infatti di tracce presenti nella gengiva, che in un corpo vivente vengono eliminati in fretta dall'organismo. Questa presenza, potrebbe essere la traccia di un ultimo bacio appassionato, o della mano dell'uomo. Nella perizia si parla di un'aggressione da dietro e di un tentativo di scannamento. Una traccia di dna diverso da quello della vittima e quello di Salvatore Parolisi, è stata trovata sul corpo della donna, ma si tratta di una lieve traccia ritrovata solo sotto l'unghia del dito anulare sinistro, ed è una traccia di dna misto, ovvero di Melania e di un altro dna femminile, ma non di una traccia di pelle.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Milano
Dopo le palme in piazza Duomo a Milano arrivano i banani
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech