martedì 21 febbraio | 13:54
pubblicato il 04/ago/2011 13:48

Omicidio Rea/ Parolisi non risponde ai magistrati

I legali a colloquio due ore e mezza con il caporal maggiore

Omicidio Rea/ Parolisi non risponde ai magistrati

Teramo, 4 ago. (askanews) - Si è avvalso della facoltà di non rispondere, Salvatore Parolisi, il caporal maggiore dell'esercito accusato dell'omicidio della moglie Melania Rea. Così come di fronte ai giudici di Ascoli, nel suo secondo interrogatorio di garanzia, Parolisi non ha risposto alle accuse contestategli dai magistrati teramani, strategia già annunciata dai suoi avvocati. L'interrogatorio si è svolto nel carcere di Castrogno, a Teramo, alla presenza del gip, Giovanni Cirillo e dei due sostituti procuratori che hanno in mano il caso, Greta Aloisi e Davide Rosati. Presenti anche i due legali dell'indagato, Valter Biscotti e Nicodemo Gentile, che sono usciti dal carcere senza rilasciare alcuna dichiarazione ai giornalisti. Breve la permanenza dei magistrati, andati via dopo circa 40 minuti dal loro arrivo. I legali di Parolisi sono invece rimasti altre due ore e mezza a discutere con il loro assistito.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia