giovedì 08 dicembre | 21:40
pubblicato il 22/lug/2011 09:25

Omicidio Rea/ Parolisi: Il carcere la sfida più dura,la supererò

Da alpino sono abituato a scalare vette. Spero Vittoria stia bene

Omicidio Rea/ Parolisi: Il carcere la sfida più dura,la supererò

Roma, 22 lug. (askanews) - "Pensavo che le vetta più alta fosse quella scalata quand'ero militare negli alpini a Fossano. E invece no: questa è la montagna più alta della mia vita. Ma da vecchio alpino sono abituato alle sfide: supererò anche il carcere". Sonno parole di Salvatore Parolisi, accusato dell' eferrato omicidio della moglie Melania Rea con 32 coltellate, dalla cella singola dell'infermeria del carcere di Marino del Tronto, alle porte di Ascoli, riportate dal quotidiano la Stampa. Dove è recluso con un controllo fisso 24 ore su 24 da parte di una guardia carceraria solo a lui dedicata. Il pensiero del caporalmaggiore, riferisce il quotidiano torinese, è rivolto soprattutto alla figlia: "spero che Vittoria stia bene".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni