mercoledì 18 gennaio | 15:45
pubblicato il 30/mar/2012 16:59

Omicidio Rea/ Gup Teramo chiede analisi Dna a 2 operai macedoni

Prossima udienza con rito abbreviato fissata per il 30 maggio

Omicidio Rea/ Gup Teramo chiede analisi Dna a 2 operai macedoni

Roma, 30 mar. (askanews) - Il Gup del Tribunale di Teramo Marina Tommolini chiederà di poter prelevare il Dna salivare ai due macedoni che il 18 aprile 2011, giorno della scomparsa di Melania Rea, si trovavano a Colle San Marco con la loro auto per lavori di ristrutturazione in un cantiere. Ai due extracomunitari verrà chiesto di poter prelevare il loro materiale genetico nella prossima udienza del rito abbreviato, fissata per il 30 maggio prossimo, che al momento vede Salvatore Parolisi come unico indagato per l'omicidio pluriaggravato della moglie. Sempre nella prossima udienza la Procura teramana ha chiesto che venga ascoltato uno dei due conduttori del cane molecolare che fiutò le tracce di Melania che andavano dal parco giochi di Colle San Marco nei pressi del monumento ai caduti, lo stesso cane che con due conduttori diversi, l'altro ascoltato stamane e che verrà messo a confronto il 30 maggio, seguì due piste differenti. "Se serve per completare anche l'ultimo tassello della verità siamo ben felici", ha dichiarato Mauro Gionni, l'avvocato della famiglia Rea. I due macedoni furono sentiti nei primi momenti dell'inchiesta sulla morte di Melania, e fu anche analizzata la loro auto, una Fiat Bravo, ma non emerse alcun risultato di rilievo. La richiesta del Gup "non cambia la nostra idea su Salvatore Parolisi", ha dichiarato Michele Rea, il fratello di Melania, all'uscita del Tribunale di Teramo dopo l'udienza di questa mattina. L'11 maggio prossimo, intanto, i genetisti e gli esperti medico-legali della difesa, della parte civile e del Tribunale si incontreranno per iniziare le operazioni peritali che su indicazione del giudice riguarderanno l'ora e le modalità della morte di Melania oltre alle analisi del materiale genetico trovato sul cadavere della donna. I risultati della perizia dei due esperti nominati dal Tribunale di Teramo, Gianluca Bruno e Sara Gino, saranno presentati nell'udienza fissata per il 13 luglio prossimo.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Maltempo
Protezione civile, ancora allerta per nevicate e forti venti
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Milano Moda, l'uomo disinvolto e sicuro di Armani
Scienza e Innovazione
Trasporto su rotaia, dal 2020 si viaggerà a levitazione magnetica
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa