mercoledì 22 febbraio | 05:32
pubblicato il 23/apr/2011 12:47

Omicidio a Palma nell'Agrigentino, individuati i killer

Fermati il fratello e 2 nipoti del sindaco

Omicidio a Palma nell'Agrigentino, individuati i killer

Svolta nelle indagini dell'omicidio di Nicolò Amato, il 64enne titolare di un bar ucciso venerdì pomeriggio a Palma di Montechiaro, in provincia di Agrigento, con numerosi colpi di pistola calibro 9. Nella sparatoria è rimasto ferito ad un braccio anche il figlio della vittima, Diego, 26 anni. Nei confronti di tre persone sono stati emessi provvedimenti di fermo "per pericolo di fuga", si tratta del fratello del sindaco del paese, e dei suoi due figli, uno dei quali ancora ricercato. Secondo le indagini della polizia, sarebbe stata più di una pistola a sparare: la dinamica dell'agguato, infatti, sembra delineare diverse traiettorie dei proiettili che hanno ucciso la vittima, e ferito il figlio. L'ipotesi di reato avanzata dal pubblico ministero è di omicidio e tentato omicidio.

Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia