venerdì 20 gennaio | 11:35
pubblicato il 23/apr/2011 12:47

Omicidio a Palma nell'Agrigentino, individuati i killer

Fermati il fratello e 2 nipoti del sindaco

Omicidio a Palma nell'Agrigentino, individuati i killer

Svolta nelle indagini dell'omicidio di Nicolò Amato, il 64enne titolare di un bar ucciso venerdì pomeriggio a Palma di Montechiaro, in provincia di Agrigento, con numerosi colpi di pistola calibro 9. Nella sparatoria è rimasto ferito ad un braccio anche il figlio della vittima, Diego, 26 anni. Nei confronti di tre persone sono stati emessi provvedimenti di fermo "per pericolo di fuga", si tratta del fratello del sindaco del paese, e dei suoi due figli, uno dei quali ancora ricercato. Secondo le indagini della polizia, sarebbe stata più di una pistola a sparare: la dinamica dell'agguato, infatti, sembra delineare diverse traiettorie dei proiettili che hanno ucciso la vittima, e ferito il figlio. L'ipotesi di reato avanzata dal pubblico ministero è di omicidio e tentato omicidio.

Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, recuperata una vittima
Maltempo
Valanga su hotel, vigili fuoco: distrutto, parti non esistono più
Maltempo
Prot. Civile: due le vittime accertate all'Hotel Rigopiano
Campidoglio
Raggi: la Giunta capitolina approva emendamento a Bilancio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale