sabato 03 dicembre | 14:41
pubblicato il 01/dic/2014 16:31

Nuovo nubifragio a Genova: esondato un rivo, allagate le strade

Sacchi di sabbia come barriere, allerta è cessata nel pomeriggio

Nuovo nubifragio a Genova: esondato un rivo, allagate le strade

Genova (askanews) - Con il maltempo torna la paura a Genova dove nella mattinata di lunedì primo dicembre la Protezione civile ha diramato una nuova allerta meteo, cessata nel primo pomeriggio, in seguito a un nuovo nubifragio che ha causato l'esondazione di un piccolo rivo, nel quartiere Staglieno, vicino al cimitero.

Le acque del torrentino hanno allagato strade e scantinati e invaso il sottopasso di via Bobbio, temporaneamente chiuso al traffico. Per evitare nuovi allagamenti, i commercianti e gli artigiani della zona hanno posizionato dei sacchi di sabbia nelle strade.

Anche nel quartiere di Marassi, dove in poche ore sono già caduti oltre 100 millimetri di pioggia, si sono registrati piccoli allagamenti. Il torrente Bisagno, che il 9 ottobre uscì dagli argini causando la morte di una persona e milioni di euro di danni, ha subito un rapido innalzamento dei livelli ma non ha mai superato i limiti di guardia.

A Genova e nel resto della Liguria sono attese nuove precipitazioni di moderata o forte intensità e saranno ancora possibili temporali. Una graduale attenuazione dei fenomeni a partire dal ponente della regione è prevista invece dalla serata di lunedì.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari