sabato 21 gennaio | 07:57
pubblicato il 24/mar/2011 14:35

Nucleare/ In farmacia per paura nube: 'Innocua, no al fai-da-te'

Farmacisti:Se mai arriverà nessun pericolo. Ispra:Non c'è traccia

Nucleare/ In farmacia per paura nube: 'Innocua, no al fai-da-te'

Roma, 24 mar. (askanews) - Nelle farmacie italiane non c'è nessuna psicosi legata all'acquisto di pillole di ioduro di potassio (Ki) per curarsi da un'eventuale contaminazione dovuta ai 'venti radioattivi', forse in arrivo sull'Italia dal Giappone, ma sono molte le richieste di informazioni da parte di cittadini preoccupati. I farmacisti perciò ribadiscono che, anche in caso di passaggio nei nostri cieli, la 'nube' non darà nessun problema alla salute: inutile quindi fare provviste di medicinali, anzi il pericolo potrebbe proprio venire da una cura fai-da-te. "Sicuramente c'è una forte richiesta di informazioni e vogliamo ribadire che la nube non può provocare problemi: perciò è inutile e anche pericoloso ricorrere a questi prodotti tampone", dice all'agenzia Il presidente della Federazione ordine farmacisti italiani (Fofi) Andrea Mandelli, spiega a TMNews: "Confermiamo che il ricorso ad un farmaco fai-da-te può essere dannoso e va mediato da un medico o da un farmacista. Attenzione anche agli approvvigionamenti a volte troppo facili su internet. Nelle farmacie non c'è nessun problema e nessun panico: l'importante - conclude - è ribadire questi concetti, che sembrano banali ma servono a raffreddare le reazioni psicologiche a questo evento". Anche per Annarosa Racca, presidente di Federfarma, "non c'è assolutamente la coda nelle farmacie per chiedere farmaci che contengono iodio: come ha detto il ministro della Salute Fazio non ci deve essere allarmismo, non c'è pericolo per la nube". Intanto il responsabile del servizio misure radiometriche del dipartimento nucleare dell'Ispra, Giancarlo Torri, questa mattina ha chiarito che nelle 'correnti radioattive' che stanno circolando nell'atmosfera "si sta diluendo la radioattività e anche se arrivassero sul nostro paese ci saranno concentrazioni così basse che si rischia di non rilevarle. Fino a ieri sera, in ogni caso, in Italia non ne è stata rilevata traccia".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Hotel Rigopiano, estratte mamma e bimbo: in ospedale, stanno bene
Maltempo
Rigopiano, Vigili fuoco: trovati 10 superstiti, 5 già ricoverati
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: trovati vivi 6 dispersi
Maltempo
Maltempo, vigili fuoco: in contatto con una donna e due bambini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4