sabato 21 gennaio | 07:34
pubblicato il 23/mar/2011 13:42

Nucleare/ Fazio: su Italia no nube, solo correnti aria:no rischi

"Quantità minima radioattività". Ispra:livelli neanche rilevabili

Nucleare/ Fazio: su Italia no nube, solo correnti aria:no rischi

Roma, 23 mar. (askanews) - Sull'Italia non sta arrivando alcuna "nube tossica" ma solo delle "correnti d'aria che contengono una minima quantità di radioattività, assolutamente non tossiche e assolutamente non pericolose". Il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, ha ribadito oggi che non ci sono rischi per il nostro paese derivanti dall'avvicinamento di correnti d'aria provenienti dal Giappone e dal possibile contenuto di radioattività. "Questo - ha spiegato Fazio a margine della prima edizione degli Stati generali della tubercolosi a Roma - è quello che pensano tutti gli esperti italiani e dei vari Paesi che possono essere interessati dal passaggio di queste correnti d'aria, quindi il pericolo è zero". Già ieri sera il ministro della Salute aveva recisamente puntualizzato che l'eventuale arrivo in Italia di correnti d'aria provenienti dal Giappone "non presenta alcun rischio per la salute"."Se anche le correnti dovessero trasportare sull'Italia particelle radioattive provenienti dalla centrale di Fukushima - aveva precisato in una nota - si tratterebbe comunque di quantità infinitesimali, estremamente diluite, che oggi siamo in grado di rilevare grazie agli strumenti sofisticati di cui disponiamo, ma che non avrebbero alcun effetto sulla salute. Si tratterebbe infatti di valori bassissimi, largamente inferiori alle dosi di radioattività naturale". L'Ispra, che quotidianamente sta monitorando, attraverso la rete delle agenzie regionali e provinciali per la protezione dell'ambiente, la radioattività ambientale, spiega che le masse di aria provenienti dal Giappone nel loro movimento "vanno gradualmente depauperandosi del contenuto iniziale di radioattività, per cui - puntualizza - si ritiene che quando esse giungeranno in Europa avranno una concentrazione di radioattività estremamente bassa, a livelli tali da risultare difficilmente rilevabile con i normali sistemi di misura, e comunque da ritenersi di assoluta non rilevanza dal punto di vista radiologico".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Hotel Rigopiano, estratte mamma e bimbo: in ospedale, stanno bene
Maltempo
Rigopiano, Vigili fuoco: trovati 10 superstiti, 5 già ricoverati
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: trovati vivi 6 dispersi
Maltempo
Maltempo, vigili fuoco: in contatto con una donna e due bambini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4