lunedì 20 febbraio | 10:12
pubblicato il 18/dic/2011 13:49

Novi Ligure/ Don Mazzi: Erika andrà a insegnare in Madagascar

"Non voglio che si incontri con Omar, non è opportuno"

Novi Ligure/ Don Mazzi: Erika andrà a insegnare in Madagascar

Roma, 18 dic. (askanews) - Erika De Nardo tra pochi mesi partirà per una missione in Africa, in Madagascar dove si dedicherà all'insegnamento. Lo ha annunciato Don Mazzi, nella cui comunità Erika vive, in una intervista video su La Stampa: "Erika - spiega Don Mazzi - ha deciso di passare il Natale con il papà e poi farà volontariato con noi. Lei vuole fare l'insegnante - prosegue - Quando ha ucciso fratellino e madre era alterata, non era in condizioni normali, secondo me lei può fare l'insegnante, ma siccome in Italia sarà difficile starà 5 o 6 mesi con noi e poi spero di mandarla in Madagascar, dove ci sono 500 bambini che hanno bisogno di essere alfabetizzati". Don Mazzi ha poi aggiunto: "Non voglio che Erika e Omar si incontrino, non lo voglio per una questione di metodo, non per cattiveria. Non è opportuno che ritornino le amicizie e le emozioni che c'erano prima, noi che lavoriamo in questo ambiente lo sappiamo bene". Quanto al padre di Erika Don Mazzi ha spiegato che la ragazza ha con lui "un rapporto straordinario" e che desidera "che si rifaccia una famiglia".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia