lunedì 05 dicembre | 04:10
pubblicato il 24/set/2011 17:40

Notte dei ricercatori, a Rende è un flop: aule semi deserte

Unical aderisce al progetto europeo, ma protagonisti non ci sono

Notte dei ricercatori, a Rende è un flop: aule semi deserte

Strade quasi deserte, nel buio della notte si intravede solo qualche passante, e aule semi vuote: siamo nella sede dell'Università della Calabria, sulle colline del comune di Rende, nell'area urbana di Cosenza. Non è una serata come tutte le altre, è la Notte dei Ricercatori: Unical aderisce infatti al progetto della Commissione Europea che coinvolge ogni anno centinaia di studiosi e prestigiose istituzioni di ricerca, con iniziative che si svolgono contemporaneamente in 300 città di 30 diversi Paesi europei o che affacciano sul Mediterraneo. L'iniziativa in Calabria si è rivelata un flop: pochi i ricercatori in aula, mentre dovevano essere i protagonisti, assenti i professori e il Rettore, i pochi presenti appaiono stanchi e annoiati. Un'occasione mancata per discutere dei problemi della ricerca italiana, con la piaga del precariato, e per illustrare il frutto del lavoro dell'Ateneo. Il tutto mentre la ricerca italiana e mondiale festeggia i neutrini più veloci della luce: scoperta che, se confermata, potrebbe mettere in discussione le teorie di Einstein.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari