lunedì 05 dicembre | 03:21
pubblicato il 09/feb/2011 14:54

Nomadi/ Dossier Senato: Campi inumani e degradanti, chiuderli

"Vi si riproducono condizioni di crudele emarginazione"

Nomadi/ Dossier Senato: Campi inumani e degradanti, chiuderli

Roma, 9 feb. (askanews) - Quella dei campi nomadi presenti in molte città italiane è "una realtà che, con pochissime eccezioni, non esiste in altri paesi europei" e che è "caratterizzata, per usare il linguaggio delle convenzioni internazionali, da condizioni inumane e degradanti". Per questo "è necessario un programma graduale di chiusura dei campi, a partire da quelli più degradati, e di offerta di soluzioni abitative diverse, accettabili e accettate, cioè discusse e confrontate". Sono le conclusioni cui è arrivata la Commissione straordinaria del Senato per la tutela e la promozione dei diritti umani, nella sua Indagine sulla condizione di Rom, Sinti e Caminanti in Italia, presentata oggi a Roma. Per la Commissione i campi nomadi sono "realtà incompatibili con qualsiasi progetto di inclusione e integrazione dove si riproducono quelle condizioni di crudele emarginazione i cui effetti si riversano poi nella vita delle città. lì che generazione dopo generazione si perde il popolo delle discariche, un popolo fatto per più del 40% da bambini fino ai 14 anni".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari