martedì 06 dicembre | 20:46
pubblicato il 20/lug/2013 10:59

No Tav: scontri a cantiere, pm assistono a blitz, 9 fermati

No Tav: scontri a cantiere, pm assistono a blitz, 9 fermati

(ASCA) - Torino, 20 lug - Ancora una notte di violenze al cantiere della Tav di Chiomonte con pietre, razzi, petardi, feriti tra le forze dell'ordine e tra gli attivisti, di cui uno e' stato ricoverato all'ospedale di Susa per ferite al capo, diversi fermati. I No Tav non sono comunque riusciti a entrare nell'area dei lavori e sono stati respinti con idranti e lacrimogeni. Il blitz, a cui hanno assistito i pm Andrea Padalino e Antonio Rinaudo a fianco delle forze di polizia, e' cominciato a mezzanotte ed e' durato oltre un'ora e mezza.

Chiusa l'autostrada da Chianocco a Salbertrand, in entrambe le direzioni per oltre due ore. Il cantiere, e' stato preso di mira a tenaglia dall'azione di circa 250 attivisti. Duecento di loro, riferisce la questura di Torino, divisi in sei-sette gruppi sono usciti dalla boscaglia con il volto coperto e hanno attaccato le reti mentre sull'autostrada un'altra cinquantina di persone ha incendiato copertoni all'imbocco della galleria Giaglione, accumulato masserizie per impedire l'apertura del varco autostradale di servizio e avviato un fitto lancio di pietre.

Sette poliziotti, altrettanti carabinieri e un militare dell'esercito sono rimasti feriti seppure in modo non grave.

La reazione delle forze dell'ordine e' stata decisa e nelle cariche che sono seguite almeno una decina di manifestanti, che si sono dispersi nel bosco, e' stata ferita. Nove di loro sono stati fermati. Nel corso del pomeriggio si erano intensificati i controlli in Valsusa con l'identificazione di 124 persone. Di queste 14, con divisa nera, passamontagna e maschera antigas, sono state portate in questura per ulteriori accertamenti. Molte di loro, riferisce la questura, anche provenienti da altre citta' italiane, erano gia' note per essersi evidenziate in altri disordini Tav, oltre che in altre manifestazioni torinesi. Due sono risultati gia' colpiti da fogli di via per reati specifici commessi in Valle di Susa. Ad una giovane attivista proveniente da Milano, e' stato notificato il medesimo provvedimento per reati commessi nel maggio di quest'anno, in occasione di manifestazioni non autorizzate per ostacolare l'esecuzione di sfratti.

com/eg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Calcio
Avviato procedimento disciplinare per vigile tifoso della Roma
Mafia
Operazione antimafia tra Ragusa e Caltanissetta: sette arresti
Violenza minori
A Napoli abbandona neonato in spazzatura:arrestata, bimbo salvo
Papa
Il papa: le chiese siano oasi di bellezza in periferie degradate
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni