giovedì 08 dicembre | 01:15
pubblicato il 02/mar/2012 09:23

No Tav, dopo l'occupazione riaperta l'autostrada A32

La protesta è pacifica, ma poi lascia devastazione

No Tav, dopo l'occupazione riaperta l'autostrada A32

Val di Susa (askanews) - La protesta del movimento No Tav è andata in scena anche nella tarda serata di ieri, con un nuovo blocco sull'autostrada A32, che è stata presidiata dai manifestanti per circa tre ore. Le immagini ducumentano una protesta sostanzialmente pacifica, con momenti di musica e cordialità verso gli autisti bloccati. Ma nonostante questo, il clima in valle resta molto teso: i No Tav hanno più volte imtimidito i giornaliti e un operatore del Tg3 è stato aggredito. Al termine del blocco, poi, quello che resta è sostanzialmente la devastazione, con i resti delle barricate sull'autostrada e i fuochi che bruciano intorno al presidio, in uno scenario surreale nel quale si muovono le forze di polizia.

Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni