mercoledì 22 febbraio | 00:45
pubblicato il 02/mar/2012 09:23

No Tav, dopo l'occupazione riaperta l'autostrada A32

La protesta è pacifica, ma poi lascia devastazione

No Tav, dopo l'occupazione riaperta l'autostrada A32

Val di Susa (askanews) - La protesta del movimento No Tav è andata in scena anche nella tarda serata di ieri, con un nuovo blocco sull'autostrada A32, che è stata presidiata dai manifestanti per circa tre ore. Le immagini ducumentano una protesta sostanzialmente pacifica, con momenti di musica e cordialità verso gli autisti bloccati. Ma nonostante questo, il clima in valle resta molto teso: i No Tav hanno più volte imtimidito i giornaliti e un operatore del Tg3 è stato aggredito. Al termine del blocco, poi, quello che resta è sostanzialmente la devastazione, con i resti delle barricate sull'autostrada e i fuochi che bruciano intorno al presidio, in uno scenario surreale nel quale si muovono le forze di polizia.

Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia