lunedì 23 gennaio | 18:21
pubblicato il 02/mar/2012 09:23

No Tav, dopo l'occupazione riaperta l'autostrada A32

La protesta è pacifica, ma poi lascia devastazione

No Tav, dopo l'occupazione riaperta l'autostrada A32

Val di Susa (askanews) - La protesta del movimento No Tav è andata in scena anche nella tarda serata di ieri, con un nuovo blocco sull'autostrada A32, che è stata presidiata dai manifestanti per circa tre ore. Le immagini ducumentano una protesta sostanzialmente pacifica, con momenti di musica e cordialità verso gli autisti bloccati. Ma nonostante questo, il clima in valle resta molto teso: i No Tav hanno più volte imtimidito i giornaliti e un operatore del Tg3 è stato aggredito. Al termine del blocco, poi, quello che resta è sostanzialmente la devastazione, con i resti delle barricate sull'autostrada e i fuochi che bruciano intorno al presidio, in uno scenario surreale nel quale si muovono le forze di polizia.

Gli articoli più letti
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Maltempo
Hotel Rigopiano, individuato il cadavere di un uomo: 6 le vittime
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4