domenica 19 febbraio | 22:07
pubblicato il 15/nov/2012 11:03

No Tav attaccano le trivelle in Valsusa: tensione con la polizia

Vicesindaco di San Didero: lo Stato cerca effetto sorpresa

No Tav attaccano le trivelle in Valsusa: tensione con la polizia

Valsusa, (askanews) - Avevano organizzato una "battitura delle reti", urtare con pietre e bastoni contro le recinzioni metalliche del cantiere dell'Alta Velocità in Val di Susa. Ma ben presto l'azione dei No Tav all'autoporto, dove sono in corso dei sondaggi con le trivelle, si è trasformata in un duro confronto con le forze dell'ordine.I manifestanti hanno lanciato all'indirizzo della polizia pietre e petardi, e poi anche una molotov. Gli agenti ha risposto con dozzine di lacrimogeni e idranti, proprio per evitare che i No Tav si avvicinassero al cantiere. Un'altra serata di tensioni dunque, che per Giorgio Vair, vicesindaco di San Didero, in Valsusa, ha nello Stato un preciso responsabile:"Mi sembra che lo Stato cerchi di usare solo l'effetto sorpresa. E' una prova di militarizzazione eccessiva che urta i residenti della valle".

Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia