giovedì 08 dicembre | 03:53
pubblicato il 15/nov/2012 11:03

No Tav attaccano le trivelle in Valsusa: tensione con la polizia

Vicesindaco di San Didero: lo Stato cerca effetto sorpresa

No Tav attaccano le trivelle in Valsusa: tensione con la polizia

Valsusa, (askanews) - Avevano organizzato una "battitura delle reti", urtare con pietre e bastoni contro le recinzioni metalliche del cantiere dell'Alta Velocità in Val di Susa. Ma ben presto l'azione dei No Tav all'autoporto, dove sono in corso dei sondaggi con le trivelle, si è trasformata in un duro confronto con le forze dell'ordine.I manifestanti hanno lanciato all'indirizzo della polizia pietre e petardi, e poi anche una molotov. Gli agenti ha risposto con dozzine di lacrimogeni e idranti, proprio per evitare che i No Tav si avvicinassero al cantiere. Un'altra serata di tensioni dunque, che per Giorgio Vair, vicesindaco di San Didero, in Valsusa, ha nello Stato un preciso responsabile:"Mi sembra che lo Stato cerchi di usare solo l'effetto sorpresa. E' una prova di militarizzazione eccessiva che urta i residenti della valle".

Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni