giovedì 19 gennaio | 03:43
pubblicato il 16/giu/2011 05:10

No a "Classi pollaio", via libera a class action contro il Miur

Consiglio Stato: no ricorso ministero, chiede adeguare strutture

No a "Classi pollaio", via libera a class action contro il Miur

Roma, 16 giu. (askanews) - Dopo la bocciatura del Tar del Lazio, arriva anche il via libera del Consiglio di Stato sulla class action del Codacons sulle cosiddette "classi pollaio", quelle aule sovraffollate nelle quali il numero di alunni supera il limite di 25 studenti fissato dalla legge per garantire la sicurezza di ragazzi e personale scolastico. I giudici della VI Sezione del CdS hanno infatti respinto il ricorso presentato dal Miur, dichiarando così la piena ammissibilità della prima class action italiana contro la pubblica amministrazione. Come si ricorderà il Codacons ha avviato la prima azione collettiva intrapresa nel nostro Paese contro un ente pubblico, il Ministero dell'Istruzione appunto, relativamente alla vicenda delle classi pollaio, ossia quelle aule sovraffollate dove il numero di alunni supera il limite di 25, rappresentando così un pericolo per la sicurezza di studenti e personale scolastico. Accogliendo la class action lo scorso gennaio, il Tar aveva ordinato al Ministero di emanare entro due mesi un piano generale di edilizia scolastica: contro la decisione del Tribunale regionale il Miur aveva presentato ricorso al Consiglio di Stato, ricorso ora rigettato. Nelle motivazioni i giudici del Consiglio, riferisce il Codacons, spiegano che quel decreto "ha imposto al Miur di attendere, d'intesa con il Ministro dell'economia e delle finanze, non già certo alla sola individuazione delle istituzioni scolastiche da sottrarre temporaneamente alla immediata operatività dei nuovi limiti massimi di alunni per aula, quanto piuttosto all'elaborazione di un vero e proprio atto generale, a natura programmatica, avente ad oggetto la riqualificazione dell'edilizia scolastica, in specie di quelle istituzioni non in grado di reggere l'impatto delle nuove regole introdotte con riguardo alla formazione numerica delle classi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sisma centro Italia, Ingv: oltre 100 scosse, 4 sopra magnitudo 5
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina