martedì 06 dicembre | 11:15
pubblicato il 12/dic/2013 16:52

Nel carcere di Opera una palestra di libertà grazie ai privati

Stato senza fondi, ci pensano Edison e Fondazione Cannavò

Nel carcere di Opera una palestra di libertà grazie ai privati

Milano (askanews) - Il degrado e il sovraffollamento delle carceri italiane lasciano poco spazio e zero fondi a strutture in apparenza non fondamentali come le palestre dei penitenziari, per questo nella casa di reclusione di Opera, poco lontano da Milano, ci hanno pensato i privati della fondazione Candido Cannavò e di Edison, che hanno ristrutturato e attrezzato il locale di 500 metri quadrati dedicato allo sport dei detenuti. "La palestra è l'unica cosa bella che c'è in carcere, finché possiamo usarla la sfruttiamo, sarebbe bello poterla usare tutti i giorni". "La palestra è uno spazio di libertà, grazie al quale riusciamo a scacciare la depressione del carcere, dove riusciamo a trovare gli stimoli per andare avanti". Il progetto prevede una seconda fase, nel 2014, che estenda l'uso dell'impianto oltre il calcetto a all'attività individuale come spiega il direttore del carcere Giacinto Siciliano: "Vogliamo valorizzare lo sport non soltanto come occasione per le persone di accedere alle attività a titolo individuale, ma proprio come momenti di gruppo, di confronto e di crescita. Imparare a rispettare le regole della civile convivenza alla fine è l'unico modo per stare bene insieme alla gente". Del resto anche Nelson Mandela, durante i 27 anni trascorsi in isolamento a Robben Island, non rinunciava mai alla sua corsa quotidiana e nello sport, diceva, trovava la libertà della mente, importante quasi quanto quella del corpo.

Gli articoli più letti
Calcio
Avviato procedimento disciplinare per vigile tifoso della Roma
Mafia
Operazione antimafia tra Ragusa e Caltanissetta: sette arresti
Maltempo
Allerta maltempo: temporali sulle due Isole e sulla Calabria
Violenza minori
A Napoli abbandona neonato in spazzatura:arrestata, bimbo salvo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Ecco la gastro-diplomazia: mangiare bene aiuta a conquistare mondo
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari