domenica 04 dicembre | 13:41
pubblicato il 29/gen/2014 12:00

Nel 2013 sottratti alla criminalità patrimoni per 3 miliardi

Le regioni del centro nord nel mirino degli interessi dei clan

Nel 2013 sottratti alla criminalità patrimoni per 3 miliardi

Roma, 29 gen. (askanews) - Nel 2013 la Guardia di finanza ha eseguito 3.929 indagini patrimoniali, a carico di 8.869 tra persone ed imprese, che hanno consentito di avanzare all'autorità giudiziaria proposte di sequestro per oltre 5,2 miliardi di euro (+73% rispetto al 2012) e di sottrarre alla criminalità organizzata, nel corso dell'anno, beni per 3 miliardi. Le regioni del Centro Nord, con il sequestro di beni e capitali illeciti per oltre 900 milioni di euro (+80% rispetto al 2012), si confermano - sottolinea la Gdf - al centro degli interessi finanziari dei clan: appalti di grandi opere ed edilizia, ciclo del cemento e smaltimento dei rifiuti speciali, vendita all'ingrosso ed al dettaglio, ristorazione ed attività ricettive, oltre a settori particolarmente "sensibili", come le sale gioco ed i compro oro, sono gli strumenti preferiti dalle mafie per il reinvestimento delle ingenti liquidità di cui dispongono.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari