domenica 19 febbraio | 17:40
pubblicato il 18/mag/2012 18:45

Naufragio Giglio/Rimozione per feb. 2013,costo oltre 300 mln Usd

Dg Micoperi: "Tenteremo di portarla via molto prima"

Naufragio Giglio/Rimozione per feb. 2013,costo oltre 300 mln Usd

Roma, 18 mag. (askanews) - La Costa Concordia sarà rimessa a galla "per febbraio 2013" e quindi trasportata in un porto (ancora da definire) per essere demolita. Lo ha spiegato Silvio Bartolotti, general manager di Micoperi, l'azienda italiana che con l'americana Titan Salvage eseguirà i lavori, nella conferenza stampa di presentazione del progetto svolta oggi a Roma. "Tutti i calcoli matematici sono stati fatti, il risultato per noi è certo e l'unica scommessa è il tempo", ha detto Bartolotti: "Il rigalleggiamento è previsto massimo per febbraio 2013, ma noi tenteremo di portarla via molto prima: nel mondo dicono che ci vuole almeno un anno-un anno e mezzo, ma sono sicuro che faremo in anticipo". Per Beniamino Maltese, direttore finanziario di Costa Crociere, il costo delle operazioni sarà "forse più che non meno" i 300 milioni di dollari ipotizzati nelle ultime settimane.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Raggi: vogliamo stadio della Roma ma nel rispetto della legge
Immigrati
Guardia costiera: oggi 358 migranti salvati nel Mediterrano
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Cinema
Napoli ricorda Totò a 50 anni da morte con show e set ricreati
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia