sabato 10 dicembre | 15:43
pubblicato il 10/feb/2012 20:50

Naufragio Giglio/ Tg5 trasmette video della plancia di comando

Attimi concitati, spunta una nuova telefonata di Schettino

Naufragio Giglio/ Tg5 trasmette video della plancia di comando

Firenze, 10 feb. (askanews) - Sono le 22.25 del 13 gennaio: a 45 minuti dall'urto contro le 'scole', la zona scogliera davanti al porto dell'isola del Giglio, al comando della Costa Concordia non era stata ancora presa una decisione definitiva sul da farsi. E' quanto confermerebbe un video trasmesso questa sera, dal Tg5, che mostra per la prima volta le immagini all'interno della plancia di comando della nave, poi finita di naufragare a poche decine di metri dall'isola. A quel punto, con la nave già inclinata di 12 gradi, in plancia tutti parlano con tutti, sono momenti concitati anche se l'equipaggio non dà affatto l'impressione di essere in preda il panico. Ma a colpire di più del video è una telefonata fatta dal comandante Francesco Schettino: dopo aver parlato per almeno due volte con Roberto Ferrarini, operation manager di Costa Crociere, Schettino parla con un'altra persona. Finora, almeno da quanto era emerso dall'inchiesta, non si era a conoscenza di questa ulteriore telefonata.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina