martedì 28 febbraio | 18:28
pubblicato il 28/gen/2012 15:19

Naufragio Giglio/ Svuotati i carburanti, Concordia sarà rimossa

Forse troppo lunga l'operazione per ripulirla all'interno

Naufragio Giglio/ Svuotati i carburanti, Concordia sarà rimossa

Isola d. Giglio (Gr), 28 gen. (askanews) - Ripulire l'interno della Costa Concordia dagli inquinanti al suo interno, oltre al combustibile dei serbatoi, richiederebbe "talmente tanto tempo" che, prima di iniziare a farlo, più probabilmente si sarà già cominciato a rimuoverla dal porto dell'isola del Giglio, davanti al quale è naufragata lo scorso 13 gennaio. E' quanto precisa Max Iguera, rappresentante in Italia della Smit and Salvage, che assieme alla Neri, ha ottenuto l'incarico per rimuovere il carburante. "Compiere una rimozione capillare dei cosiddetti inquinanti secondari può avere una durata lunghissima", spiega Iguera, che si riferisce ai tanto temuti "oli lubrificanti, pitture, solventi e così via". Al momento le due ipotesi (rimuovere la nave o ripulirla) non si escludono a vicenda , ma "è probabile che le due cose vadano in parallelo o si tenda a privilegiare le operazioni di rimozione della nave, con i restanti inquinanti minori al suo interno". "Certamente sull'ipotesi di rimozione della nave stiamo lavorando, assicura Iguera, che non fa cenno all'eventualità di uno smontaggio della Costa Concordia: "la nave verrà rimossa". Quando e come? "Dipende molto dalle tecniche che potranno essere utilizzate. Dipenderanno da una valutazione attenta della carta batimetria del fondale circostante, dall'entità dei danni che la nave ha subìto, perché saranno necessarie delle visite estese, subacquee, per vedere dove siano tutte le vie d'acqua che hanno permesso l'allagamento della nave. E' un'operazione che comunque durerà, nella migliore delle ipotesi, alcuni mesi". Le società incaricate della rimozione saranno ancora la Smit e la Neri? "Pensiamo di sì, sono le società che hanno ottenuto il contratto per la rimozione del combustibile, che abitualmente è la parte preliminare di un contratto maggiore per la rimozione del relitto", conclude Iguera.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Droga
Maxi operazione antidroga allo Zen di Palermo: 24 arresti
Campidoglio
Roma, chiesto il giudizio immediato per Marra e Scarpellini
Firenze
Spari a auto dell'imprenditore amico di Renzi, 2 arresti a Firenze
Gay
Riconosciuta a coppia gay paternità 2 nati con maternità surrogata
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech