domenica 04 dicembre | 14:05
pubblicato il 14/gen/2012 14:14

Naufragio Giglio/ Sindaco:Escluso sversamento carburante in mare

Nel pomeriggio un tecnico metterà in sicurezza parte interessata

Naufragio Giglio/ Sindaco:Escluso sversamento carburante in mare

Roma, 14 gen. (askanews) - Roma, 14 gen. (askanews) - "Al momento non si è verificato e non c'è alcun rischio di sversamento di carburante nelle acque dell'Isola del Giglio dai serbatoi della Costa Concordia e sono state attivate tutte le procedure perché questo non avvenga". Lo chiarisce in una nota il sindaco di Isola del Giglio, Sergio Ortelli, perchè dopo la tragedia - soprattutto in termini di vittime, dispersi e feriti, della Costa Concordia, ora si pensa al possibile danno ambientale derivante dal naufragio. La nave ha, ormai è certo, urtato contro uno scoglio che si è letteralmente incastrato nella carena, una parte del quale è ancora all'interno della chiglia della nave affondata. I serbatoi erano pieni di combustibile e ora si teme un disastro ambientale. Già oggi, nel primo pomeriggio, ha spiegato Ortelli, ci sarà l'intervento "di un tecnico esperto a livello europeo della società Smith che metterà in sicurezza la parte interessata". E lunedì, insieme al presidente della Regione Enrico Rossi, il presidente della provincia di Grosseto Marras incontrerà il ministro Clini a Livorno, "per porre alla sua attenzione questa delicatissima questione".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari