martedì 24 gennaio | 00:07
pubblicato il 11/lug/2012 08:58

Naufragio Giglio/ Schettino: mi sento le vittime sulla coscienza

"Mi piacerebbe incontrare tutti i familiari delle vittime"

Naufragio Giglio/ Schettino: mi sento le vittime sulla coscienza

Firenze, 11 lug. (askanews) - "Sono trentadue vittime...è normale che me le senta sulla coscienza". Così l'ex comandante della Costa Concordia, Francesco Schettino, nel corso di un'intervista esclusiva a 'Quinta Colonnna' trasmessa ieri sera da Canale 5. Schettino, che era al timone della nave naufragata davanti al Gigio il 13 gennaio, spiega poi di non aver "sicuramente" trovato la pace: "ho la pace su quello che potevo fare, ma accettare quello che è successo, assolutamente no. Ma devo essere forte abbastanza da poterci convivere". Quanto ai familiari delle vittime, Schettino precisa di non aver avuto ancora contatti, tranne che "in una circostanza, ma preferirei non parlarne, è una scelta fatta da me". Ci pensa? "Certo, e mi farebbe piacere incontrare tutti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4