lunedì 23 gennaio | 05:36
pubblicato il 20/feb/2012 05:10

Naufragio Giglio/ Ricerche in ponte 4, oggi si monta impalcatura

La stanno studiando vigili del fuoco e marina militare

Naufragio Giglio/ Ricerche in ponte 4, oggi si monta impalcatura

Firenze, 20 feb. (askanews) - Oggi arrivano all'isola del Giglio gli specialisti dei Vigili del fuoco e della Marina Militare per allestire un'impalcatura, che permetta di entrare in sicurezza nel ponte 4 della Costa Concordia, naufragata il 13 gennaio scorso. L'obiettivo è raggiungere il punto di ritrovo dell'emergenza generale, per continuare le ricerche dei dispersi. Il corridoio, da orizzontale che era, ora si trova in posizione quasi verticale, tanto che, di fatto, è un vero e proprio pozzo. A favore delle ricerche, continua a giocare il bel tempo. Intanto si è concluso ieri pomeriggio lo svuotamento dei primi sei serbatoi della Costa Concordia: circa due terzi delle 2300 tonnellate di carburante della nave, naufragata davanti all'isola del Giglio il 13 gennaio scorso, sono stati messi in sicurezza e portati via da una nave cisterna. I tecnici della Smit and Salvage e della Neri hanno potuto lavorare per una settimana intera senza alcuna interruzione, che potesse essere dovuta al maltempo. Ora restano i serbatoi più difficili, quelli di poppa. Rispetto a quelli finiti di svuotare, che sono a prua, questi sono di dimensioni minori ma più difficili da raggiungere, tanto che serviranno comunque 20 giorni lavorativi. La nave è stabile, come non lo è mai stata prima: è quanto trapela dai tecnici che lavorano sull'isola del Giglio per far fronte all'emergenza. La Concordia nell'ultima settimana non ha fatto registrare alcun movimento di rilievo: per sette giorni consecutivi, l'oscillazione massima è stata di un millimetro l'ora. "Fatto che non era mai capitato prima", spiegano i geologi, messi a disposizione dall'Università di Firenze. Una settimana di bel tempo, quella appena trascorsa, che ha permesso oltre tutto di rispettare perfettamente i tempi previsti per lo svuotamento dei sei serbatoi più capienti dello scafo.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4