sabato 10 dicembre | 15:37
pubblicato il 22/mag/2013 12:00

Naufragio Giglio/ Procuratore: confermato l'impianto accusatorio

"Molte partici civili volevano l'accusa di omicidio volontario"

Naufragio Giglio/ Procuratore: confermato l'impianto accusatorio

Firenze, 22 mag. (askanews) - "Dopo l'udienza preliminare, è rimasto confermato completamente l'impianto accusatorio dell'ufficio. In particolare, la qualificazione giuridica del fatto che molte parti civili avrebbero voluto come omicidio volontario ed invece è stata ritenuta corretta la nostra impostazione." Così il procuratore capo di Grosseto, Francesco Verusio, commenta la decisione del gup, che ha rinviato a giudizio per omicidio plurimo colposo l'ex comandante Francesco Schettino nel procedimento per il naufragio della Costa Concordia.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina