lunedì 20 febbraio | 03:45
pubblicato il 20/ott/2012 11:24

Naufragio Giglio, Pm: pietra tombale su responsabilità Schettino

Procuratore Verusio: "è stata la man di Dio"

Naufragio Giglio, Pm: pietra tombale su responsabilità Schettino

Grosseto, (askanews) - Si è concluso l'incidente probatorio sulla scatola nera della nave Costa Concordia naufragata al Giglio il 13 gennaio. Parla il procuratore capo di Grosseto, Francesco Verusio."Questo incidente probatorio ha posto una pietra tombale sulle responsabilità del comandante Schettino nel naufragio della Costa Concordia e non posso aggiungere altro perchè le altre circostanze sono coperte da segreto istruttorio. L'incidente ha confermato che la manovra che ha fatto finire la nave sugli scogli non e dovuta a Schettino ma alla mano del buon Dio".L'avvocato Alessandro Carella, dell'ufficio legale di Costa Crociere ha ribadito che la società continuerà a collaborare per l'accertamento della verità, ma ha negato qualsiasi responsabilità. "Fino al momento dell'impatto tutto ha funzionato come doveva funzionare".(immagini AFP)

Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia