sabato 03 dicembre | 15:31
pubblicato il 13/apr/2013 12:00

Naufragio Giglio/ Pm: Concordia come Fortuna a Capri nel 2005

"Urtati bassi fondali e squarcio riparato di nascosto a Palermo"

Naufragio Giglio/ Pm: Concordia come Fortuna a Capri nel 2005

Firenze, 13 apr. (askanews) - Il 13 giugno del 2005 una nave di Costa Crociere, la Fortuna, che trasportava 3500 persone, colpì un basso fondale davanti all'isola di Capri. Lo squarcio di una decina di metri fu riparato solo a Palermo, dove la Fortuna arrivò solo con le pompe alla massima potenza. Il danno fu riparato in gran segreto, di notte. A 'nascondere' alle autorità portuali quanto accaduto sarebbe stato Roberto Ferrarini, lo stesso responsabile dell'unità di crisi la notte del naufragio della Concordia. E' quanto si legge nelle motivazioni di rinvio a giudizio per gli indagati nel procedimento per il naufragio avvenuto davanti all'isola del Giglio il 13 gennaio 2012 e la cui prima udienza preliminare si tiene lunedì prossimo a Grosseto. La vicenda della Costa Fortuna viene citata dai magistrati a pagina 619, i cui estratti sono pubblicati oggi da 'La Nazione'. Al comando della nave Giuseppe Russo, non Schettino e a gestire l'emergenza a terra Roberto Ferrarini. A Capri "I passeggeri - come scrivono i procuratori - vennero sbarcati e poi reimbarcati". (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari