martedì 24 gennaio | 16:20
pubblicato il 16/ott/2012 07:09

Naufragio Giglio/ Periti gip: ecoscandaglio era disattivato

Avvocato del Comune del Giglio: "tra le 19.45 e le 21.48"

Naufragio Giglio/ Periti gip: ecoscandaglio era disattivato

Grosseto , 16 ott. (askanews) - Nelle due ore precedenti alla collisione con gli scogli dell'isola del Giglio, sulla nave Costa Concordia era disattivato il sistema di "ecoscandaglio", il sistema che permette di conoscere in tempo reale la profondità e le condizioni del fondale marino su cui si muovono le imbarcazioni. E' quanto ha puntualizzato l'avvocato Alessandro Lecci, che difende il Comune del Giglio, nel corso della puntata di ieri sera di 'Porta a Porta', su Rai Uno. "I periti del tribunale hanno accertato che dalle 19.45 fino alle 21.48 l'ecoscandaglio della nave era spento", ha detto l'avvocato, citando un passaggio dell'udienza di ieri al Teatro Moderno di Grosseto per l'incidente probatorio sul naufragio avvenuto il 13 gennaio.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione "Stammer": 54 persone fermate
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Individuato elicottero 118 precipitato nell'aquilano, 6 a bordo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4