mercoledì 22 febbraio | 03:09
pubblicato il 03/mag/2012 05:11

Naufragio Giglio/ Oggi ricerche dispersi in cabine inesplorate

Prosegue la pulizia del fondale, nessun movimento anomalo

Naufragio Giglio/ Oggi ricerche dispersi in cabine inesplorate

Roma, 3 mag. (askanews) - E' prevista per oggi la penetrazione nella parte sommersa della Costa Concordia da parte di personale subacqueo della Guardia Costiera, dei Vigili del Fuoco e della Polizia di Stato per verificare dall'interno alcune cabine dei ponti 6, 7 e 8 in corrispondenza della roccia su cui poggia lo scafo. Sono ancora due i dispersi della tragedia dello scorso 13 gennaio in cui sono morte almeno 30 persone: una passeggera italiana e un membro dell'equipaggio di nazionalità indiana. All'Isola del Giglio anche ieri i tecnici delle società Smit Salvage e Neri hanno continuato ad assicurare la ripulitura del fondale, recuperando i materiali e gli oggetti fuoriusciti dalla Costa Concordia e caricandoli a bordo del motopontone Marzocco, e assicurando la sostituzione di alcune panne antinquinamento a lato destro della nave.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia